logo museo del rubinetto

Piazza Martiri 1 -- 28017 San Maurizio d'Opaglio (NO) -- mail: info@museodelrubinetto.it

logo comune di san maurizio d'opaglio

Comune di S. Maurizio d'Opaglio
Sede del Distretto del Rubinetto

sezione storia rubinetto

/ homepage / Storia del Rubinetto

CuriositÓ idrauliche

Come l'acqua giunse a Versailles

Tutti conoscono la famosa reggia di Versailles, residenza dei monarchi francesi, e i suoi magnifici giochi d’acqua. Ancora oggi lo spettatore resta incantato alla vista delle fontane che costellano l’immenso parco della reggia, lanciando verso il cielo i loro spruzzi.

Ma come è stato possibile realizzare tutto ciò e da dove viene l’acqua utilizzata?

L’acqua delle fontane di Versailles arriva direttamente dalla Senna, grazie ad un ingegnoso sistema chiamato Macchina di Marly ( dal nome di un altro castello che doveva approvvigionare d’acqua). A costruirla fu Rennequim Sualem, originario di Liegi, sotto la supervisione dell’ingegnere capo Arnold de Ville.

L'acqua veniva innalzata fino a 163 metri rispetto al punto di prelievo (livello della Senna) attraverso tre condotte successive passando per due serbatoi intermedi ad altezze di 48 e 99 metri rispetto al punto di prelievo. La portata era compreso tra i 1500 e i 1800 m³/giorno. Le 14 grandi ruote idrauliche della macchina, ciascuna con un diametro di 12 metri, mosse dalla corrente della Senna, azionavano dei pistoni che, come delle pompe, fornivano l'energia all'acqua. Queste pompe erano in totale 221 ed erano disposte lungo il pendio secondo questa modalità: 64 al livello del fiume, 79 al primo serbatoio e 78 al secondo. Una tale realizzazione era eccezionale per l'epoca, ma aveva anche dei grossi limiti tecnici, infatti i pistoni non potevano reggere una pressione superiore ai 15 bar e per questo si ripartirono in tre successivi tratti ciascuno di 50 metri. La macchina era dotata di dispositivi per evitare che il ghiaccio o le sostanze galleggianti sull'acqua potessero danneggiare le pale o i meccanismi della macchina.

Per costruire tutto ciò ci vollero tre anni, dal 1681 al 1684, ma alla fine il risultato fu così soddisfacente che Luigi XIV, il Re Sole, volle inaugurarla personalmente.

La macchina funzionò perfettamente fino alla rivoluzione, quando si smise di fare manutenzione. Le parti lignee iniziarono subito a deteriorarsi e la macchina di Marly, divenuta troppo rumorosa, fu smontata nel 1817. Oggi sono potenti pompe elettriche a garantire ai turisti la straordinaria vista dei giochi d’acqua di Versailles.

Giorni e orari di apertura

Aperto dal 1 aprile al 30 novembre, da venerdì a domenica dalle 15:00 alle 18:00

Per informazioni: 0323.89622

 filetto divisore

Sponsor del Museo

iconaI nostri sponsor

 filetto divisore

Il Museo del Rubinetto è socio di:

logo ecomuseo del lago d'orta

 filetto divisore

© museo del rubinetto e della sua tecnologia / info@museodelrubinetto.it / webmail / area riservata

design: kitchen