logo museo del rubinetto

Piazza Martiri 1 -- 28017 San Maurizio d'Opaglio (NO) -- mail: info@museodelrubinetto.it

logo comune di san maurizio d'opaglio

Comune di S. Maurizio d'Opaglio
Sede del Distretto del Rubinetto

sezione storia rubinetto

/ homepage / Storia del Rubinetto

CuriositÓ idrauliche

Domenico Guglielmini - Quando l'idraulica non pagava

Il diciassettesimo secolo è un momento fondamentale per la storia dell'idraulica. E' in questo periodo, infatti, che vengono messe le basi per la moderna scinza idraulica e tutte le sue branche. Studie teorici che erano stati abbandonati fin dall'antica grecia, vengono nuovamente considerati, discussi ed ampliati. Patria di questa scienza nascente è proprio l'Italia dove, da Galileo in poi, si forma una solida scuola di teorici dell'idraulica. Tra i nomi che vi diedero lustro, va certamentente ricordato quello di Domenico Giglielmini (Bologna 1655 - Padova 1710).

Studiò sia matematica che medicina, ma la sua passione furono fin dalla giovinezza i fiumi. Egli fu il primo a dedicare un trattato alla misura della corrente dei fiumi e a ricoprire una cattedra di Idrometria all'università. Essendo una branca di studio quasi totalmente nuova, Guglielmini fu presto famoso per la sua attività sperimentale, sul campo e in laboratorio. Da essa trasse numerose intuizioni fondamentali per lo studio delle correnti, anche se, essendo uno dei prima ad occuparsi di questi problemi, raramente riuscì ad elaborare leggi e definizioni oggettive e funzionali. In effetti, a partire dai suoi studi, numerosi scienziati riuscirono poi ad elaborare leggi e formule che presero invariabilmente il loro nome e mai quello di Guglielmini. Ad esempio fu Guglielmini a descrivere per la prima volta il risalto, cioè il fenomeno che si riscontra quando una corrente, resa veloce da un passaggio stretto, rallenta poi nuovamente, ma fu Giorgio Bidone, decenni dopo, a trattarlo in modo rigoroso. Infatti il fenomeno oggi è noto come il "Salto di Bidone".

Del resto l'amore di Guglielmini per l'idraulica era proprio a senso unico. Tanto che nel 1797 fu costretto ad abbandonare i suoi amati studi per dedicarsi alla carriera di medico, molto più remunerativa.

Giorni e orari di apertura

Aperto dal 1 aprile al 30 novembre, da venerdì a domenica dalle 15:00 alle 18:00

Per informazioni: 0323.89622

 filetto divisore

Sponsor del Museo

iconaI nostri sponsor

 filetto divisore

Il Museo del Rubinetto è socio di:

logo ecomuseo del lago d'orta

 filetto divisore

© museo del rubinetto e della sua tecnologia / info@museodelrubinetto.it / webmail / area riservata

design: kitchen